MARCO REDAELLI & ASSOCIATI

Conciliazione Vita-Lavoro in Lombardia

Marco Redaelli & Associati per lo sviluppo delle Alleanze Territoriali

Con le nuove Linee Guida per la definizione dei Piani territoriali di conciliazione dei tempi lavorativi con le esigenze familiari 2020-2023 (D.g.r. 11 novembre 2019 – n. XI/2398), Regione Lombardia intende dare continuità alle Alleanze Territoriali per la conciliazione vita-lavoro.

Marco Redaelli & Associati, forte del proprio team di esperti e delle esperienze maturate, coglie questa nuova opportunità per affrontare le sfide che le esperienze precedenti hanno evidenziato:

  • la sfida dell’integrazione. Se la conciliazione vita-lavoro e il welfare vengono integrati a livello territoriale e comunitario, si può dare vita ad una policy innovativa di impatto sociale; questa sarà in grado di mobilitare reti multi-attore e produrre benessere nei territori e nelle comunità;
  • la sfida del ruolo centrale delle imprese. Marco Redaelli & Associati nei suoi progetti vuole rendere il mondo delle imprese (anche le micro, piccole e medie imprese) più protagonista; intende creare un effetto-leva per aumentare la quantità e la tipologie di risorse e servizi presenti nel welfare territoriale;
  • la sfida dell’ascolto dei bisogni dei cittadini-lavoratori. Per evitare il rischio di piegare la domanda di conciliazione e benessere ai servizi già esistenti, Marco Redaelli & Associati pone la sua attenzione al vero bisogno delle persone (molto personalizzato, flessibile, mutevole) per co-costruire risposte innovative. Vuole evitare il corto circuito che spesso le piattaforme web realizzano per il welfare aziendale.

Strategia Marco Redaelli & Associati per le future Alleanze Territoriali

Per affrontare le sfide indicate, Marco Redaelli & associati ha individuato alcune possibili strategie di lavoro formativo e consulenziale; le Alleanze Territoriali, in base alle proprie condizioni e priorità, potranno assumerle:

  • formazione e consulenza che accompagni le aziende a progettare il welfare aziendale nel suo complesso; inteso come strategia di gestione aziendale e di piano per il benessere delle persone che lavorano, con misure di flexible benefit, di conciliazione, di smartworking, di salute sul luogo di lavoro, di partecipazione; nelle aziende vanno sviluppate competenze per “gestire” le persone con gli strumenti della conciliazione e del welfare aziendale; quindi si porrà attenzione ai quadri intermedi, ai responsabili del personale, ai responsabili amministrativi.
  • formazione e consulenza che accompagni ad integrare il welfare aziendale con il welfare pubblico/locale: il mondo produttivo è una opportunità per ampliare e diversificare il welfare territoriale e per il terzo settore il welfare aziendale può rappresentare un nuovo “mercato”; le Alleanze possono assumere un ruolo di attivatori di nuove risorse e integrare il welfare pubblico territoriale con il welfare aziendale, facendo di quest’ultimo una “gamba” del nuovo welfare comunitario;
  • formazione e consulenza per la contrattazione di secondo livello, soprattutto a livello territoriale per rendere accessibile e praticabile la diffusione della conciliazione e del welfare aziendale anche nelle micro, piccole e medie imprese.

La proposta di formazione e consulenza della nostra società è articolata su due livelli.

  • primo livello di tipo “divulgativo”: con l’obiettivo di allineare e diffondere comuni riferimenti concettuali e culturali e valorizzare le buone prassi già presenti nel territorio;
  • secondo livello di tipo “laboratoriale”: con l’obiettivo di produrre apprendimenti che facciano avanzare innovazioni nel territorio.

Obiettivo del team Marco Redaelli & Associati

Un Focus di lavoro che il nostro team ritiene utile sviluppare (per il valore esemplificativo che può avere sul territorio) è quello di promuovere l’applicazione di un percorso di conciliazione e welfare aziendale nelle Aziende pubbliche del territorio (le aziende municipali o partecipate, le aziende speciali e consortili dei Comuni). Questa sperimentazione potrebbe rappresentare un’opportunità di forte sensibilizzazione culturale per tutti gli stakeholder del territorio.

Sulla base di queste ipotesi, delle precedenti esperienze condotte e attraverso un confronto con gli enti e partner coinvolti nelle Alleanze Territoriali, gli esperti Marco Redaelli & Associati possono elaborare percorsi personalizzati e differenziati.